Star Trek: Voyager – S07E24, L’uomo del Rinascimento

Dopo una puntata pregna di emozioni come quella dell’addio di Neelix forse ci voleva proprio una storia più leggera dove tutti gli ufficiali della Voyager hanno qualcosa da fare: L’uomo del Rinascimento (Renaissance Man) è quella storia e il protagonista principale è il Dottore interpretato magistralmente da Robert Picardo.

Janeway e il Dottore stanno tornando da una missione a bordo del Delta flyer quando  delle turbolenze movimentano il viaggio. Sigla, ed eccoci sulla Voyager dove il capitano racconta una storia un po’ assurda a Chakotay e gli dice che ha negoziato con degli alieni tecnologicamente avanzatissimi di abbandonare il viaggio verso il quadrante Alpha e cominciare a vivere su un pianeta lì vicino. Chakotay è incredulo e non ci mette molto a capire che qualcosa non va…

Ed in effetti la vera storia è un’altra: due Overlooker (li avranno tradotti come Sorveglianti? Sono gli antagonisti di Stagnaio, tenore, dottore, spia; i due esponenti di quella razza presenti in questa storia sono interpretati da Andy Milder e Wayne Thomas Yorke) hanno preso in ostaggio Janeway e stanno ricattando il Dottore per ottenere il warp core della Voyager, Dottore che deve fare i salti mortali per ottenerlo (incluso rendere incoscienti e sostituirsi ai vari Kim, Chakotay e B’Elanna)! 

La storia funziona sia nell’iniziale parte misteriosa sia nella seconda più avventurosa in cui viene svelata la verità e assistiamo alle rocambolesche azioni del Dottore che dimostra di poter mettere sotto scacco l’intera Voyager, pur se non facilmente. Il finale è puro Star Trek: Voyager con Tuvok e Paris che ingaggiano il vascello nemico mentre al suo interno Janeway e il Dottore lottano per la propria libertà. Insomma, 42 minuti di puro divertimento senza messaggi da mandare ma tanta voglia di capitalizzare su quanto di buono fatto con questi personaggi in sette stagioni e sfruttare a più non posso Picardo e la sua bravura.

Basti pensare alla scena in cui il Dottore confessa le sue malefatte a Tuvok, Janeway, Kim… e il suo amore per Seven!!! La scena è comica e drammatica allo stesso tempo: si ride di gusto nonostante le conseguenze non da poco sulla dignità del Dottore… Ma fortunatamente Janeway è chiarissima con lui nel finale e non ha intenzione di lasciarlo a meditare da solo in infermeria. E questo si va a sommare alle volte in cui il Dottore non viene punito da Janeway pur avendo messo a repentaglio la vita dell’intero equipaggio (vedasi In carne ed ossa). 

Lasciatemi aggiungere che, come per il (tragico) ritorno di Carey in Friendship Uno, è bello rivedere anche il buon vecchio Vorik (Alexander Enberg) in ingegneria e sentir parlare l’onnipresente Ayala (Tarik Ergin). Questi dettagli danno un senso di chiusura della serie che ho trovato emozionante. Dopo aver accompagnato questi personaggi per 170 episodi (e ne mancano solo due per finire la serie) non ho potuto fare a meno che affezionarmici! Certo, qui non ci avviciniamo nemmeno lontanamente alle emozioni di La colonia, ma alla fine da questa serie non mi aspettavo di certo un gran finale in stile Deep Space Nine con mezza settima stagione a formare un’unica grande storia (anche se non sarebbe stato male: ora restano solo due episodi per tornare sulla Terra, mi chiedo come faranno!). Voyager è stata spesso intrattenimento puro e un episodio come questo dimostra come sarebbe potuta andare avanti a farlo per chissà quanto ancora. Ciao! 

PS: che goduria sentire Picardo che canta Questa o quella dal Rigoletto di Giuseppe Verdi in apertura di episodio! 


Episodio precedente: La colonia

Episodio successivo: Fine del gioco


5 risposte a "Star Trek: Voyager – S07E24, L’uomo del Rinascimento"

  1. Un divertente episodio di transito tra due fasi di grande coinvolgimento: quella precedente, per via dell’addio di Neelix e quella successiva, per via del “doppio” ritorno a casa (e, essendo ormai arrivato alla conclusione della serie, gli indizi su come faranno -oltre che sul perché non si sia scelto un arco narrativo finale alla DS9- li hai già) 😉
    Impossibile trovare qualcosa in cui Picardo non eccelle, repertorio di Giuseppe Verdi compreso… 👏👏👏

    Piace a 1 persona

    1. Arriva il finale!!!! Giustamente l’ultimo episodio “normale” è dedicato a Picardo. Ormai è ufficiale: nelle ultime stagioni Harry Kim e Chakotay sono stati dimenticati, Tuvok praticamente non è stato mai usato, e Paris ha avuto una manciata di episodi più o meno centrati sempre sulla sua nerdezza.

      Hanno puntato tutto su Seven, Janeway e l’EMH!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...