Star Trek: TOS – S02E22, Con qualsiasi nome

tumblr_ob4n2jliy81v062wlo1_1280Ed ecco qui un altro riferimento a Shakespeare, sempre presente in Star Trek. Dopo averlo usato “apertamente” in La magnificenza del re nella prima stagione, eccolo nel titolo di questo episodio della seconda (By Any Other Name il titolo originale) e anche in una frase del capitano Kirk presa pari pari dal Romeo and Juliet (Romeo e Giulietta) dell’autore inglese del XVI e XVII secolo: “A rose by any other name would smell as sweet“, ovvero “Ciò che chiamiamo rosa anche con un altro nome conserva sempre il suo profumo” (si capisce quindi che i traduttori si sono dimenticati di rispettare Shakespeare, non sorprendentemente: il titolo italiano dell’episodio è Con qualsiasi nome). La frase è usata da Giulietta per sottolineare come i nomi non siano importanti (anche se lo erano, tragicamente, nel suo caso), e qui è usata da Kirk in un dialogo con degli alieni arroganti ed aggressivi. Ma sono già partito per la tangente! Ecco l’inizio della trama.

L’Enterprise risponde ad una chiamata di soccorso ma una volta arrivata al pianeta di origine della chiamata stessa scopre di essere caduta in una trappola: quattro esseri molto potenti (grazie a degli aggeggi che fanno dei rumori ridicoli e hanno effetti vari, dal provocare la paralisi al tramutare esseri viventi in piccole figure tridimensionali facilmente sbriciolabili) vogliono prendere possesso della nave per tornare nella loro galassia d’origine, Andromeda, e preparare un’invasione di questa galassia. Il viaggio però è tutt’altro che semplice, visto che i motori della nave vanno modificati e potenziati e bisogna superare la barriera ai confini della galassia stessa (quella barriera vista in Oltre la galassia, nella prima stagione). E così durante il viaggio i nostri eroi hanno tutto il tempo per dissuadere i malvagi alieni (perché malvagi sono: chiedere alla povera aiutante Thompson, Julie Cobb, ennesima redshirt) dai loro piani convincedoli dell’attrattività degli esseri umani…

E come? Scott si occupa di ubriacarsi con Tomar (Robert Fortier), McCoy fa arrabbiare Hanar (Stewart Moss), Kirk fa scoprire l’amore a Kelinda (interpretata da Barbara Bouchet! Proprio lei! Che poi lavorerà negli splendidi Milano Calibro 9 e Non si sevizia un paperino di Fernando Di Leo e Lucio Fulci rispettivamente, e anche in una serie di filmacci di serie Z) e la gelosia al capo degli alieni, Rojan (Warren Stevens). Convinti che effettivamente vivere da umani sia la cosa migliore da fare, i quattro verranno perdonati per le loro malefatte e tutto finirà a tarallucci e vino (con buona pace della povera Thompson che c’ha rimesso le penne).

Nonostante si tratti di un ennesimo episodio con degli esseri poderosi che fanno ciò che vogliono di Kirk e compagni, Con qualsiasi nome secondo me è godibile grazie alla risoluzione innovativa che si sviluppa facendo lavorare in squadra i quattro personaggi principali della serie (a proposito: è parecchio che non si vede Sulu, dove sarà finito George Takei?). Poi la sorpresa di trovare la Bouchet in Star Trek è stata grande e piacevole, lo ammetto, e non è neanche la peggiore attrice tra le guest star (Warren Stevens è particolarmente legnoso)! Ciao!


Episodio precedente: Gli schemi della forza

Episodio successivo: Le parole sacre


11 risposte a "Star Trek: TOS – S02E22, Con qualsiasi nome"

    1. Guarda, io i cofanetti di Bluray delle tre stagioni della serie originale li ho pagati 10 euro l’uno in Fnac (in Spagna: non so in Italia). Mi sono sembrati praticamente regalati, visto che sono 70 e passa episodi e ci sono pure tantissimi contenuti speciali! Secondo me è un prodotto che merita, puoi anche guardarli con effetti speciali nuovi che a volte son curiosi. :–)

      Piace a 1 persona

      1. E infatti l’ultima volta che mi son rivisto l’intera serie l’ho fatto nella versione rimasterizzata che, a ben vedere, è riuscita ad aggiornare gli effetti classici in maniera interessante e nemmeno troppo invasiva 😉
        Buon episodio (eh, sì, il Bardo e la Federazione hanno un legame che attraversa i secoli) che, tra l’altro, ha il pregio di sopperire ai noti limiti di budget presentandoci i potenti e crudeli Kelvani, specie chiaramente estranea a ogni forma umanoide della nostra galassia, tramite degli accettabili “tramiti” umani caratterizzati dai limiti di una forma a loro poco nota e che li impaccia notevolmente (in quest’ottica l’evidente legnosità di Warren Stevens può avere una sua giustificazione), anche se Barbara Bouchet si dimostrerà assai disposta a migliorare 😉
        Una menzione per la sorte della povera Thompson, che ancora oggi riesce a procurarmi disagio: a Rojan personalmente non avrei riservato né tarallucci né vino, ma piuttosto un colpo di phaser diretto dall’Enterprise tutto per lui…

        Piace a 2 people

      2. Io a volte guardo gli episodi con gli effetti originali, a volte con quelli nuovi, e devo dire che sono fatti bene, addirittura riescono in alcune occasioni a rendere più chiare le situazioni in cui si trova l’Enterprise.

        Comunque questo episodio sicuro lo ricorderò per la poco vestita Bouchet, che poi apparirà ancora meno vestita in altre occasioni… X–D

        "Mi piace"

  1. Per tutt’altre ricerche sono finito in questo episodio – la cui citazione scacchistica presenterò lunedì prossimo, con doveroso link alla tua recensione ^_^
    Lo ricordavo poco e niente e me lo sono gustato, col Kirk farfallone che non se ne lascia scappare una: non importa la razza, basta che sia femmina 😀
    La maratona di bevute di Scott è stato il momento più divertente.

    Piace a 1 persona

Rispondi a The Butcher Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...