Star Trek: Voyager – S03E06, Un sogno per ricordare

Star Trek - Raumschiff Voyager, Staffel 1, Folge 48: Das ErinnernIn questo sesto episodio della terza stagione si affronta con una certa sensibilità un tema molto duro: il genocidio. Naturalmente non c’è bisogno di un episodio di Star Trek per dimostrare che in nessuna circostanza un genocidio sia accettabile, ma Un sogno per ricordare (Remember, il titolo originale) ci racconta una storia che non solo veicola perfettamente il messaggio ma riesce anche ad emozionare. Insomma, per farla breve, un altro di quegli episodi da custodire come le cose più preziose e da tirar fuori come risposta alla domanda: “Ma come mai ti piace così tanto Star Trek?

La USS Voyager sta dando un passaggio ad un gruppo di abitanti di Enara Prime appartenenti ad una specie con capacità telepatiche.  Non passa molto tempo prima che B’Elanna Torres cominci a fare sogni molto intensi (sì, la premessa è identica all’episodio Violations, Violenze mentali, della quinta stagione di The Next Generation) riguardanti una relazione proibita tra una donna e un Enaran chiamato Dathan (Charles Esten), membro di un gruppo che si rifiuta di utilizzare la tecnologia che la società di Enara Prime sta sviluppando chiamato i Regressives (tradotto in italiano con Reazionari, mi dice Wikipedia). L’episodio quindi si divide tra il viaggio della nave della Flotta Stellare e la vita su Enara Prime vissuta da B’Elanna in cui assiste non solo al tragico svilupparsi della storia d’amore, ma anche ai drammatici eventi vissuti sul pianeta, scopriremo poi, qualche decennio prima.

Come da tradizione in Star Trek, quelli che in un episodio vengono introdotti come personaggi positivi ed amichevoli si rivelano sempre dei criminali della peggior specie alla fine dell’episodio stesso. Questa puntata non fa eccezione: la bella Jessen (Athena Massey) e la gentile Jora Mirell (Eve H. Brenner) fanno parte di una popolazione che adesso è sì amichevole e pacifica, ma che in passato si è macchiata di un crimine indelebile. Il crimine in questione è un genocidio ai danni di una parte della stessa popolazione colpevole di non condividere le stesse idee sulla tecnologia portate avanti da chi comandava, e comanda tuttora, in società.

Quando la Torres scopre la verità, comunicatale da una morente Mirell che non vuole portarsi nella tomba questo segreto condiviso da tutti i membri anziani del governo del suo pianeta, fa di tutto per renderla pubblica ma gli Enarans che parteciparono al genocidio si rifiutano di ammettere il loro passato e i giovani si rifiutano di crederle. E qui arriva il bellissimo finale che apre alla speranza quando B’Elanna riesce a convincere Jessen a condividere con lei i ricordi passati da Mirell, così da poter dare una possibilità ai giovani di fare i conti con il loro oscuro passato. Toccante, commovente, ben girato, ben recitato (con una strepitosa Roxann Dawson)… cosa volete di più da un episodio di Star Trek? Ciao!


Episodio precedente: Profeti e perdite

Episodio successivo: Terra sacra


5 risposte a "Star Trek: Voyager – S03E06, Un sogno per ricordare"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...