Star Trek: Voyager – S02E16, Fusione mentale

voy2-meld

Bell’episodio questo Fusione mentale (Meld, in inglese): Tim Russ ha l’occasione di uscire dai rigidi canoni imposti dall’interpretazione di un vulcaniano e dimostra di essere stata la scelta giusta per il bel personaggio di Tuvok. Non che non abbiamo visto vulcaniani arrabbiati prima, eh! Diciamo che in pieno spirito Roddenberry si ribadisce qui che la via per l’evoluzione verso un essere superiore non passa dal sopprimere le proprie emozioni, che prima o poi trovano il modo di uscire (è successo mille volte a Spock nella serie originale e più recentemente, per esempio, nel bellissimo episodio Sarek, terza stagione di The Next Generation).

E come mai Tuvok perde il controllo? Perché viene assassinato un membro dell’equipaggio e grazie al buon lavoro del Dottore si scopre velocemente che il responsabile è l’ex-maquis Lon Suder, ovvero niente meno che Brad Dourif. Naturalmente, trattandosi di Brad Dourif (aveva lavorato in Someone Flew Over the Cuckoo’s NestQualcuno volò sul nido del cuculo, 1975, ed era il dottore pazzo di Alien: Resurrection, 1997, per fare un paio di esempi), il colpevole è semplicemente uno psicopatico che ha agito senza nessun motivo – una specie di Hannibal Lecter. Tuvok lo trova inaccettabile e quindi per trovare un motivo compie una fusione mentale con Suder che lo destabilizza completamente (fun fact: la prima apparizione della fusione mentale è in Trasmissione di pensiero, nono episodio della prima stagione di The Original Series).

Ne nascono molte scene ben fatte come quella in cui Janeway va nelle stanze di Tuvok distrutte dalla sua furia e lui le chiede gentilmente di non avvicinarsi perché non sa cosa potrebbe succedere, e come la scena in infermeria in cui Tuvok riversa tutta la sua rabbai verso sia il Dottore che il capitano. Ben scritte, ben attuate e ben girate, tutte cose che fanno di questo episodio uno dei migliori della seconda stagione. Anche se… credo che il problema sia sempre lo stesso qui: pur se ben fatta, questa serie per ora non riesce a staccarsi dalla pesande eredità formata da TOS, TNG, DS9 e dai vari film di Star Trek che già hanno esplorato quasi tutte le tematiche toccate da Star Trek: Voyager. Diciamolo: VOY non ci ha ancora regalato niente di particolarmente nuovo, la qual cosa è particolarmente strana visto che siamo dall’altra parte dell’Universo, quindi teoricamente non c’è limite alla fantasia e alle cose che possono succedere! E invece siamo sempre qui con navi stellari simili a quelle della Federazione, Klingon, ehm, pardon, Kazon, e vulcaniani che perdono il controllo. Ben fatto, sì, ma nulla che mi faccia emozionare troppo! Ciao!

PS: ma cosa è questa storia del conflitto tra Tom Paris e Chakotay? Già in Prototipo Chakotay si era dimostrato più preoccupato per l’eventuale perdita di uno shuttle che per quella di Paris, ma ora siamo proprio ai ferri corti, con Chakotay che tratta (giustamente) malissimo il biondo pilota per il suo business di scommesse che nemmeno Quark su DS9!


Episodio precedente: Oltre il limite

Episodio successivo: Arma letale


9 risposte a "Star Trek: Voyager – S02E16, Fusione mentale"

  1. Non ti scusare, si è sicuramente trattato di un paradosso temporale né più né meno di quanto capiti in un’avventura di Star Trek (o di Doctor Who) 😉
    Bell’episodio, comunque, anche se la serie non è ancora riuscita a trovare una propria autonomia (e certamente su questo ha parzialmente influito la contemporaneità con buona parte della “sorella” DS9) però, tra le altre cose, stanno arrivando “Bellezza virtuale”/”L’altra Voyager”/”Il volto del terrore”/”Tuvix” che, forse, qualche piccola emozione te la potranno dare… 😉

    Piace a 1 persona

    1. Bellezza virtuale davvero tanta roba, e anche l’altra Voyager di cui pubblicherò presto una recensione!!! Questo finale di stagione meno male ci sta offrendo delle belle cose!

      Tuvok ha un sacco di potenziale, spero lo sfruttino a dovere…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...